La sedia da ufficio deve offrire comfort e favorire la resa del lavoratore.

Una sedia da ufficio di buona qualità va scelta considerando come primo elemento l’ergonomia, quindi la comodità per chi la usa durante tutto il tempo della seduta, unitamente a forma, funzionalità ed un design che oltre ad essere confortevole, non trascura i materiali e l’estetica così come ci spiega il sito https://sceltasediadaufficio.it/.

 

Partiamo quindi da un concetto fondamentale: la sedia perfetta in assoluto, valida sempre e comunque per tutti non esiste; deve invece potersi adattare ad una serie di requisiti che permettano anzitutto una postura corretta. E’ noto, infatti, che una sedia scomoda riesce a provocare conseguenze serie alla salute di chi la utilizza quotidianamente, provocando dolori muscolari alla schiena e alla colonna vertebrale che determinano anche conseguenze sulla efficienza lavorativa di chi utilizza la postazione. E’ evidente quindi che l’ergonomia, il design e la qualità dei materiali utilizzati incidono sul prezzo d’acquisto della sedia ma evitare i costi sanitari successivi rappresenta sempre una scelta ottimale e la migliore strategia per un’azienda.

In merito al design vanno considerati invece alcuni elementi quali la dimensione dello schienale che deve essere sufficientemente ampio per permettere all’utente una posizione corretta, un sedile comodo e adeguato alla corporatura del soggetto che la occuperà, ed essere idoneo ad accogliere il “peso” dell’utente che potrà essere più o meno robusto ma la sedia dovrà comunque offrire una postazione confortevole. In media il peso che viene tollerato da sedie da ufficio si posiziona fra i 100 e i 150 chili ma in alcuni modelli più performanti, si può arrivare anche a supportare un peso fino ai 180 chili.

 

Per quanto riguarda i braccioli non sono determinanti, anzi, se la postazione prevede spostamenti continui, i braccioli possono diventare un ostacolo che è meglio non avere; se invece la seduta è durevole nel  corso della giornata di lavoro, allora possono diventare importanti garantendo, se collocati alla giusta altezza, una posizione di riposo a braccio e spalla.

Le rotelle possono infine essere utili laddove facilitino gli spostamenti nell’ufficio e così pure il poggiatesta e il cuscino lombare.