Con le zanzariere magnetiche, liberi dagli insetti senza troppa spesa

Tra gli elementi che rendono una casa vivibile pienamente nel corso dei mesi estivi quando gli insetti, soprattutto le mosche e le zanzare sembrano volerla fare da padrone, non può mancare una rete antizanzare. Se poi si riesce a conciliare l’uso alla praticità e al posizionamento oltre che al costo finale contenuto, la soluzione diventa ottimale.
Si tratta di una barriera fisica che riesce a tenere fuori da casa nostra ma anche da spazi esterni come un balcone, un gazebo o anche una tenda da campeggio, tutti gli insetti indesiderati. La zanzariera rappresenta quindi uno strumento attivo e di facile gestione come ci spiega nel dettaglio questo sito https://migliorezanzarieramagnetica.it/

Ed è non solo uno strumento perfetto per offrire tanti vantaggi come la possibilità di aerare gli ambienti in tranquillità sia nelle ore diurne che in quelle notturne evitando di soffrire il caldo ma è anche un modo per permettere in una porta-finestra, il transito frequente e senza intralci fra interno ed esterno quando soprattutto ci sono bambini e animali che accedono ad un giardino, e ovviamente laddove il modello scelto sia strutturato per consentire questo utilizzo. E la zanzariera magnetica risponde bene a questo scopo.

 

Prima però di acquistarla dobbiamo capire come è strutturata e dove e come posizionarla per predisporre il supporto correttamente.

Il materiale è infatti in genere in poliestere resistente anche a fronte di un’elevata usura mentre la rete, nei modelli un po’ più costosi, è in maglia metallica e fibra di vetro che possono essere ritagliati per il corretto posizionamento.

 

Assicurarsi anzitutto di avere preso le misure esatte perché in commercio ce ne sono di 3 tipi, piccole, medie e grandi ma devono essere compatibili con le misure dell’infisso su cui posizionarle e tenute ben tese per evitare che ci siano fessure da cui transitino gli insetti.

Si procede poi a tagliare il nastro in velcro fornito nella confezione e attaccarlo con la colla al telaio dell’infisso e per concludere, tagliare il materiale in eccesso verificando la tenuta della zanzariera che andrà smontata a stagione finita.